giovedì 6 ottobre 2011

Una Proposta Popolare

Allora:
Ci ho pensato un bel po’ e sono giunto alla soluzione definitiva per la riforma del sistema pensionistico italiano!!!

"ma a settant’anni si è troppo anziani e acciaccati per andarsene al mare in un bel mercoledì di sole" Pensiamoci bene: uno lavora tutta la vita per percepire lo stipendio.
Dunque guadagna, ma non può godersi la vita perché soggetto agli orari di lavoro.
Che so: c’è una bella giornata di sole, uno vorrebbe andare al mare ma non può.
E perché?
Perché deve andare a lavorare. Poi aspetta la domenica e – pluff! – ecco che arriva il diluvio universale. E addio mare.


Quando arriva l’età pensionabile invece, uno può fare tutto, viene pagato per restarsene a casa e godersi la vita.
Ma a settant’anni si è troppo anziani e acciaccati per andarsene al mare in un bel mercoledì di sole.


E allora ecco la mia proposta: INVERTIAMO TUTTO!!!


"in questo modo non si lavora, si guadagna e si è abbastanza giovani e pimpanti per andarsene al mare o fare tutto quello che ci pare"Al compimento dei 18 anni si inizierà dunque a percepire la pensione.
In questo modo non si lavora, si guadagna e si è abbastanza giovani e pimpanti per andarsene al mare o fare tutto quello che ci pare.

Una bella pensione dai 18 ai 65 anni.


Poi al compimento dei 65 anni invece si andrà a lavorare. E così fino alla fine dei propri giorni.
Tanto a quell’età uno non ha più voglia di far pazzie, come dicevo.  
Inoltre gli anziani, com’è risaputo, dormono molto poco, dunque per loro non sarà affatto un problema alzarsi presto per andare a lavoro.

"ci ho pensato un bel po’ e sono giunto alla soluzione definitiva per la riforma del sistema pensionistico italiano!!!"Qualcuno obietterà che a 70 anni uno non si può mica mettere a lavorare: la mente non è più lucida come un tempo e chissà quanti pasticci!
Oppure, pensiamo ai lavori manuali: uno a 80 anni, essendo pieno di acciacchi mica può fare il magazziniere o il muratore.


Ma faccio notare che:
1)
dopo una vita di estremo relax, gli anziani sarebbero molto più pimpanti e pieni di energia;
2) Se proprio saranno doloranti o acciaccati… beh, allora in tal caso potranno mettersi in malattia! (malattia ovviamente pagata).


Qualcun altro obietterà
anche che i fondi per le pensioni in questo modo si esauriranno presto.


Ma io controbatto anche questo punto:
Basterà aumentare gli stipendi!!!
Se infatti gli stipendi saranno più alti, anche i contributi versati lo saranno.
E ovviamente se aumentiamo gli stipendi, conseguentemente aumenteremo pure le pensioni.

 

Visto?

Ho previsto tutto!!!

Sono o non sono un perfetto economista? Sorriso

2 Favolosità:

lella ha detto...

sei proprio favoloso
io comunque proporrei,visto che ci sono controindicazioni a tutte le età,di andare in pensione a 18 anni e restarci per tutta la vita.
Al nostro posto manderei a lavorare veramente i nostri cari rappresentanti politici,tanto per fargli capire come è diffilile guadagnarsi la pagnotta!
Eeeee? che ne dici?
bacione
Lella

Lario3 ha detto...

Grande!

Grazie mille per il commento... hai un template bello bello: bravo che lo hai fatto da solo, CIAO!!!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!