giovedì 11 agosto 2011

Luoghi (turistici) Comuni

Ore 6.00 A.M. di un caldo lunedì d’agosto.
Il nostro Favoloso ne ha le scatole piene di dover andare a lavorare con 38 gradi all’ombra e alzarsi come sempre prima del sole.
Le ferie sono vicine ma non abbastanza per farlo stare tranquillo e ogni pretesto è buono per aizzare il dobermann assassino che dorme dentro di lui, pronto ad azzannare il primo malcapitato coi suoi denti acuminati.

Per la strada ancor deserta, ecco apparire una tipica tul'amabile turista attempatellarista del nord Italia coi suoi due valigioni in attesa del pullman per l’aeroporto.
Una turista, ci tengo a precisarlo, un po’ attempatella e dall’aria acidula.
La vacanza al sud è finita e si appresta a far ritorno nella sua città.

La vacanza al sud è finita.
Dunque può sputare veleno su tutto ciò che finora si è goduta, ovviamente.

E allora eccola lì, pronta ad urlare per la strada al primo passante in cui si imbatte:

Ah questi siciliani, glieli raccomando signor mio! Sono tutti della stessa pasta! Entri nei negozi e le commesse non ti salutano, cammini per la strada, chiedi di passare e neppure si scansano. TUTTI MALEDUCATI!
Sa cosa le dico? Si sentono chissà chi, vestono tutti firmati e alla moda ma poi sono solo ignoranti e maleducati!
Delle bestie, delle bestie sono!”

Il dobermann dentro di me apre gli occhi, annusa l’aria di battaglia e decide che è giunto il momento di svegliarsi.

Dobermann: ”Grazie, signora!”
Turista Attempatella: “Come scusi?”
Dobermann: “No dico, grazie a parlar così dei siciliani.”
Turista Attempatella: “Perché, scusi?”
Dobermann: “Perché FORSE anche io sono siciliano.”
Turista Attempatella: “No, ma io non dicevo a lei, mi scusi, io parlavo in generale, lei si vede che è una persona a modo, NON SEMBRA NEPPURE SICILIANO”

il dobermann che dorme dentro di meAhia, andiamo male.
Il dobermann si sta affilando i denti e inizia a ringhiare più forte

Dobermann ringhiante: “Ah, capisco. Signora, posso chiederle di dov’è?”
Turista Attempatella: “Milano, perché?”

A quel punto inizio a sbraitare rivolto allo stesso povero passante ormai vittima sacrificale di una battaglia in cui si trova coinvolto suo malgrado:

Dobermann: “Ah questi milanesi!
Si sentono i padroni del mondo, pensano che l’Italia sia soltanto loro. Poi però li incroci per la strada urlando frasi razziste e intolleranti alle sei del mattino!
Dei cafoni, dei cafoni intolleranti, sono!”

Poi mi giro verso di lei: “Ovviamente non mi riferivo certamente a lei, signora.
Lei si vede che è una persona a modo, NON SEMBRA NEPPURE MILANESE!

E fu così che, mentre il Dobermann tornava ad accucciarsi quieto e soddisfatto dentro di me, la Turista Attempatella imparò a tenere i suoi discorsi intolleranti chiusi dentro la sua mente ristretta…

5 Favolosità:

♥Mary47♥ ha detto...

favoloso Favoloso!!

Il lago dei misteri ha detto...

Hai fatto bene a rimettere a posto la signora ahahahahah.

Come si dice dalle nostre parti, milanesi bauscia!

;)

PS
Bellissimo il dobermann a gambe incrociate elegantemente...

Iole ha detto...

Sei stato veramente Favoloso!
Da vera calabrese, io le avrei detto le stesse cose.
E poi chissà perché loro milanesi vengono a trascorrere le vacanze qui al sud (forse per i bei paesaggi, la buona cucina, l'aria pulita) mentre noi meridionali nemmeno ci sogniamo di andare su a Milano (tra lo smog, la nebbia e questi personaggi).

Favoloso ha detto...

@♥Mary47♥: grazie, favoloso di nome e di fatto :-)

@Il lago dei misteri: la turista se lo ricorderà per un pezzo...

@Iole: non sopporto chi sputa nel piatto in cui mangia!

lella ha detto...

hai fatto benissimo!!!!!!!
Sei stato favoloso come sempre!
Guai a chi parla male della mia terra.
Se poi i turisti incontrano persone poco educate dovrebbero sapere che i maleducati ci sono in ogni luogo,in ogni regione.
Boccaccia mia statti zitta, altrimenti inizio io:-(((
un abbraccio e grazie
Lella

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!