lunedì 27 luglio 2009

Le gioie del vicinato #01

Tutti noi abbiamo almeno una piaga nel condominio dove abitiamo, ed è per questo che invidio molto gli amici che, per ragioni più economiche che naturalistiche, hanno deciso di prendere casa in aperta campagna, con un vicinato distante chilometri e chilometri.
 
 Io invece no.
Palazzo Pazzo
Io vivo all’ultimo piano di un palazzo antico, dove si sono alternati un’infinità di vicini.
Il palazzo è di famiglia, è elegante ed ha un passato storico.
I vari condomini che ho avuto l'onore di incontrare nel  corso degli anni invece non fanno assolutamente pendant con il nobile edificio.

Oggi inizierò una lunga disquisizione sui miei cari vicini presenti, passati e –perché no?- futuri.
Ma veniamo a noi iniziando questa nuova rubrica con un caso da prendere con le pinze…
La Sposina - Nome: La Sposina

- Professione:
Casalinga insoddisfatta

- Provenienza: Bassifondi di periferia

- Stato:
Sfrattata da anni

- Caratteristiche salienti: 
Questa donna di animo gretto e di mentalità infima, perennemente in vestaglia e bigodini, veniva chiamata “La Sposina” perché era venuta a vivere nel palazzo appena convolata a giuste nozze, ma trascorsi dodici anni, lei agli occhi dei condomini non aveva cambiato né stato né nomignolo… era sempre la Sposina anche dopo quattro gravidanze ed altrettanti marmocchi.
Tralasciando il neonato, i tre mocciosi erano completamente ingestibili: si divertivano un casino a dare fuoco alle piante, a suonare i campanelli e scappare, ad urlare, a lanciarti addosso i petardi e perfino a rubare gli zerbini.
I tre figli maggiori della Sposina, praticamente sono Yakko, Wakko e Dot, tre pesti incontrollabili e completamente fuori di testa! In particolare, tra tutti i loro simpaticissimi hobby, prediligevano cavalcare la buonanima del mio motorino. Ci salivano tutti insieme e, saltandoci sopra ripetutamente, cercavano in ogni modo di rompere il cavalletto. Alla fine, non riuscendoci, hanno deciso di procurarsi un coltello e tagliarmi tutto il sellino!
Era inutile rimproverarli, perché ti guardavano con aria minacciosa e, quando non dicevano parolacce della peggior specie, erano impegnati a sputarti addosso.
La buonanima del mio motorino! E quando andavi a lamentarti con La Sposina, facendole educatamente notare che gli adorabili fanciulli si dilettavano nel dar fuoco alle piante, nel rubare la posta e giravano con un coltellaccio, rispondeva altezzosa: “Embè? Se rompono qualcosa la pagherò, non vedo il problema”.
Solo che non ha mai uscito il becco di un quattrino, nemmeno di affitto, credo.

- Che fine ha fatto: ho perso le tracce della sposina e dei suoi tre amabili mocciosetti, dunque posso solo fare congetture…
Il coltellaccio arrugginito delle tre pestiLa sposina probabilmente ha sfornato almeno altre cinque dolci creaturine prima di entrare in menopausa.
I tre bambini nel frattempo avranno fatto carriera, suppongo. Avranno studiato al riformatorio e in questo momento staranno probabilmente forzando la serratura di qualche villa miliardaria, pronti a colpire a sangue freddo i ricchi proprietari con il loro fedele coltellaccio, ormai arrugginito dal tempo e dall’utilizzo sfrenato.

-Morale della favola: La madre degli stolti è sempre incinta.
Tenetevi pronti, perché nel prossimo episodio vi parlerò de “La Grassona”!

24 Favolosità:

stella ha detto...

Bella questa rubrica...non per sapere i fatti altrui...ma per conoscere bene i condomini, altre persone insomma.
Buon inizio settimana, Tarkan

Pupottina ha detto...

che incubo!
anche io vengo soprannominata così nella mia strada perché sono la più giovane..... quale sarà il mio destino? spero non come quello della signora che hai descritto ... O_O
meno male che il mio non è un condominio anche se da sopportare ho solo i suoceri al piano di sotto e non è una gran cosa....
buon inizio settimana
^________________^

Felinità ha detto...

Ah una soap a puntate. Alle prossime allora.
Ma perchè non ci capitano quasi mai delle persone decenti per vicini, non dico tanto, solo sopportabili .... GGGRRRRRR

Giò ha detto...

Eh si, c'è davvero tanta bella gente in giro... ... ...per questo io sono asociale!!!!!!

Bruno ha detto...

da incubo ... comunque io abito in aperta campagna, il mio vicino di casa dista 50m eppure si fa rendere odioso anche lui.....
forse devo andare ad abitare in una baita a 2500m

lella ha detto...

divertente questa rubrica ke apre le porte alle storie del vicinato.
Ne avremmo da raccontare tutti di storie curiose,almeno ki come noi,comuni mortali,si trova a dimorare in un condominio.
Sempre tipi strani,storie pazzeske e rumori fastidiosissimi nelle ore + impensate.
Io potrei scriverei un romanzo su questo argomento.....purtroppo!
alla prox puntata
Lella

Tarkan ha detto...

@Stella: eh sì, ammettiamolo: lo spetteguless ha il suo fascino!
P.S.Non ho ancora controllato l'email. Piaciute le immagini?
@Pupottina: cavolo, i suoceri al piano di sotto? Che incubo... a me non è che vada meglio: io due piani più sotto ho i genitori!
@Felinità: non saprei... effettivamente se faccio mente locale, non ricordo un vicino di casa "normale"!
@Giò: Asociale tu? Ammetti invece che sono gli altri ad evitare di prendere casa accanto alla tua proprio per non averti come vicina!
@Bruno: la baita a 2500m? Attento, potresti ritrovarti col nonno di Heidi come vicino! E quello non scherza, sai...

Tarkan ha detto...

@Lella: Un romanzo? Ci vorrebbe tutta l'enciclopedia britannica per contenere le pazzie dei vicini di casa!

RED ha detto...

Bella l'idea di questa rubrica ! Ho avuto anch'io vicini pazzi, ma ora sono super fortunata: ho dei vicini veramente adorabili !
Un abbraccio !

Tarkan ha detto...

@RED: beata te!

Den ha detto...

Beh, i miei vicini sono abbastanza normali, a parte i pianti dei bimbi in piena notte e le urla dei genitori durante il giorno... :(

Tarkan ha detto...

@Den: su questo punto mi ritengo fortunato, non c'è più traccia di bimbi ormai nel mio palazzo, tutti gli attuali condomini hanno età pensionabile, al massimo c'è qualche frotta di nipotini ogni tanto, ma niente di più :-)

Tarkan ha detto...

Ah, a proposito di vicini di casa curiosi e inopportuni, vi consiglio un vecchio film molto gradevole (e un po' ingenuo) con Clifton Webb nei panni del mitico signor belvedere: "governante e rubacuori".
Sono certo che Felinità
questo film lo apprezzerà (per questioni di rima)

frufrupina ha detto...

Tesoroo!!!vado in ferie finalmente!!ho un bellissimo regalo per te vieni a prenderlo!!!un bacione a presto!!ti voglio bene!

Alfa ha detto...

Un vicinato da incubo, in stile "Delicatessen", se non confondo il titolo del film...

stella ha detto...

Bellissime Tarkan, d'altronde sei Tarkan!

Tarkan ha detto...

@Frufrupina: grazie appena arrivo a casa passo subito a trovarti... che dire? Buone ferie e cerca di spassartela ;-)
@Alfa: e questo è solo l'inizio... vedrai gli altri vicini!
@Stella: sono contento che ti piacciano :-)

sirio ha detto...

Ho passato un periodo in cui la mia vicina di casa sbraitava più delle due figlie messe insieme...(li avevo soprannominati gli abominevoli...)
poi improvvisamente le cose sono cambiate, forse con l'età, forse avevano cambiato tutti la testa...sta di fatto che ora regna la pace, per fortuna!

Bella rubrica Tarkan, forte!

Tarkan ha detto...

@Sirio: beh, magari a forza di urlare sono diventate afone! E per questo adesso regna il silenzio... :-)
p.s.bentornato!

stella ha detto...

Tarkan, corri a vedere è splendida, e allungarla un po'?

stella ha detto...

Tarkan le misure di questo heater sono perfette.
Si può scrivervi : Poesie in vetrina?
Grazie, mio favoloso!
La tua rompina!

Giò ha detto...

@Tarkan: senti bellezzo, io sono una vicina di casa perfetta! Piuttosto, vado a lamentarmi coi miei vicini di casa che accendono il motore dell'acqua categoricamente ogni sabato e domenica mattina alle 7:00!!!

Tarkan ha detto...

@Giò: io il sabato e la domenica dormo fino a mezzogiorno e non sento manco le cannonate, dunque non so come si comporta il vicinato in tal frangente.
Distinti Saluti

stella ha detto...

Tarkan, sirio è riuscito a ridimensionare una delle tue belle immagini, quindi puoi stare tranquillo.
Tanto per restare in tema con la gratitudine...ti sarò sempre riconoscente come, per il tuo ottimo lavoro in occasione del mio compleanno.
Meriti proprio dei baci.

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!