venerdì 29 maggio 2009

Candy Candy come me la ricordo (3)

Immagine1Tralasciamo l’esilio di Candy in Messico, con lei in carrozza che piangeva come una matta (avrà avuto paura del virus dei majali?) e con i briganti (tutti con la faccia della zia Ellroy) che cercano di assalirla. 
Saltiamo anche la parte in cui Candy scappa di casa, si butta nel fiume e viene salvata da uno zoticone di nome Albert che lei scambia per un orso (Candy era probabilmente miope) e facciamo un salto in avanti: Candy e tutta la combriccola di amici\nemici vengono iscritti alla famigerata St. Paul School e vengono deportati in massa nella vecchia gloriosa Inghilterra (forse non esistevano ancora scuole in America a quei tempi).

Direttrice della Scuola era la terrificante Suor Gray: non avrei mai voluto averla come guida spirituale per nulla al mondo!
Secondo me non era vera: si trattava indubbiamente di Bigazzi travestito da Monaca di Monza. Era cattivissima, ricordo quando Candy le urlò contro: “Lei ha una pietra al posto del cuore!” e Suor Gray le diede uno scapaccione indimenticabile che fece saltare tre incisivi a Candy.
Sono convinto che Suor Gray e la zia Ellroy siano state sorelle di latte, visto quant’erano simpatiche entrambe!!!

Anche in questa avventura scolastica, Candy si porta appresso il povero Clean.
Chi è Clean???
Ah già non ve ne avevo ancora parlato: si tratta di un orsetto lavatore che Candy teneva sempre con sé fin dai tempi della casa di Pony. Se l’era portato financo a casa Legan e adesso pure nel raffinatissimo college succitato. Clean accompagnerà Candy fino agli ottant’anni,
Ma quanto cacchio vive un procione e a chi può venire in mente di adottarne uno???

Tornando a noi e alla St. Paul School, in questa nuova location Candy fa la conoscenza con due nuovi personaggi:

Patty è una ragazza timida e occhialuta che, sarà anche timida, ma inizialmente è in combutta con Iriza e combina a Candy un tiro birbone: la convince a vestirsi di bianco per la messa mentre quel giorno bisognava vestirsi di nero. Suor Gray appena vede Candy tutta di bianco vestita, le molla uno scapaccione che le fa volare atri tre incisivi e un molare (quello buono, visto che gli altri li aveva tutti cariati).
Dopo i chiarimenti, Candy perdona Patty e diventano ottime amiche (io invece l’avrei spinta dalle scale).

candy04 Terence. Questo tipico ribelle anni 70 alcolista anonimo che si fa di marjuana ed LSD (pensate che la trama è ambientata agli albori della prima guerra mondiale) diventa il chiodo fisso per Candy. Dimenticato il principe della collina (che non era Anthony), Candy si fa subito sotto con lui che però un po’ l’allontana, un po’ l’avvicina, a seconda dell’umore.
Anche quella palermitanazza di Iriza (con rispetto parlando per tutte le palermitanazze) si prende una cotta per questo borghesuccio ribelle, ma Candy sta sempre un passo avanti a lei… saranno i suoi stivali rossi e i fiocchetti rosa a renderla sexy, chissà.

(continua nel prossimo Post…)

3 Favolosità:

Stella ha detto...

La tua rilettura di Candy è....favolosa! :D.
Mi piace tornare indietro nel tempo quando io e mia sorella seguivamo i cartoni in tv! :)

Non vedo l'ora di leggere il resto...

Spero tu stia un pò meglio.

Alfa ha detto...

Come stai, Tarkan?
Va meglio?

Tarkan ha detto...

@Stella: grazie, sei dolcissima! E non perderti il post di domani, sono certo che ti piacerà :-)

@Alfa: Ciao caro Alfa, va decisamente meglio dei giorni passati, ma devo recuperare la forma fisica, i medici mi faranno uscire mercoledì prox. Poi mi aspetteranno nuove avventure... tra un paio di settimane dovrò fare nuovi esami a palermo... chissà quando finirà questa storia!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!