giovedì 5 marzo 2009

I misteri di Emily

Sono felice quanto più conduco
la mia anima lontana dalla sua veste d’argilla,
nel vento della notte quando la luna è chiara 
e lo sguardo spazia in mondi di luce
quando io non sono e nessuno è con me
terra né mare né cielo senza nubi
soltanto lo spirito libero e vagabondo
nella vasta infinita immensità

Ieri ho stupito tutti pubblicando un post “serio” e oggi faccio il bis.
Giò e Alfa hanno indovinato: i versi in questione sono della bravissima Emily Bronte, la mia artista preferita!

corpo astrale C’è chi dice che Emily fosse una strega o che avesse poteri soprannaturali, ed in effetti leggendo questi pochi versi, sembra quasi che stia parlando del “doppio astrale”, lo spirito che si stacca dal corpo per vagare aldilà del conosciuto, in stati dell’essere e dimensioni alternative…

Chissà se è vero, in ogni modo Emily Bronte era un tipo abbastanza misterioso che amava la solitudine e non si schiodò quasi mai dalla sua vita sedentaria.
Scriveva per se stessa e non per gli altri: nascondeva le sue poesie gelosamente in un cassetto e a nessuno era dato leggerle. Fu la sorella Charlotte che, spinta da smanie di successo e comprendendo le innate capacità artistiche di Emily, pubblicò di nascosto i suoi versi. Dapprima Emily si arrabbiò, in seguito si rassegnò semplicemente alle manie della sorella.
Fosse stato per la stessa Emily, non avremmo mai potuto leggere i suoi versi immortali…

Emily Bronte Di Emily ci rimangono per lo più frammenti di poesie, la maggior parte delle quali facenti parte di un lungo poema in prosa e versi verosimilmente mai scritto. 

Ma non è tutto: ancora un mistero aleggia tra i suoi scritti…
Sembrerebbe infatti che “Cime Tempestose” non fu l’unico romanzo che scrisse: si dice infatti che alla morte di Emily, Charlotte distrusse un manoscritto: si trattava forse di un secondo romanzo della sorella che lei non giudicò all’altezza di essere pubblicato o dello stesso misterioso poema di Gondal?
Forse non lo sapremo mai!

Bene, io ho parlato un po’ del mio autore preferito, adesso vorrei che faceste lo stesso anche voi tra i commenti: chi è l’autore che più ammirate? Quale libro ha segnato il cammino della vostra vita'?
Il mondo ha diritto di sapere!!!

20 Favolosità:

Alfa ha detto...

Un post decisamente misterioso e ricco di notizie che non conoscevo.

Non posso che approvare!!!

Il mio autore preferito?
Tanti, ma forse quello a cui sono più legato è Stevenson.
L'isola del Tesoro è in assoluto il primo libro che ho letto.

E la sua indagine sul bene e il male nell'uomo è di una modernità sconcertante.

stella ha detto...

Leo Buscaglia : VIVERE AMARE CAPIRSI.

Leggere e rileggere questo libro mi fa stare bene dentro.

Giò ha detto...

Il mio autore preferito, come già detto altre volte, è J.R.R. Tolkien e la mia opera preferita "Il Signore degli Anelli".
Ora, molti di voi avranno in mente la serie di film che ne è stata creata...scordateveli!!!
Io parlo del libro, che è tutt'altra cosa!
La storia è quella, certo, ma il modo di raccontare di Tolkien è qualcosa di sublime, e il suo romanzo vuole essere il racconto di un viaggio che porterà alla sconfitta del male che è metafora del "viaggio" o percorso che ognuno di noi fà nella propria vita, ammaliato spesso dal male che affascina e dà potere, ma forte del bene che alla fine ha la meglio (anche se nella vita non sempre è così).
E poi io adoro il fantasy, mi fà scappare dalla cruda realtà, amo i valori dei cavalieri e l'arma bianca, gli esseri fantastici e le terre libere e sconfinate!

Cmq, sono sempre arrabbiata!! >:-(

stella ha detto...

Perchè? Mia audace!

Tarkan ha detto...

@Alfa: ci vorresti tu per indagare sul mistero del manoscritto!
@Giò: brava, anzi bravissima! Hai descritto il tuo libro mettendoci amore e passione infinita! Si vede che ti è entrato dentro! Ma... si può sapere perché sei arrabbiata? Non è che lo abbia ben capito, sai?
@Stella: è una cosa meravigliosa avere un libro per amico, ti sa donare forza interiore nel momenti più critici!

Giò ha detto...

@Stella: perchè Tarkan mi tratta male... :(

@Tarkan: perchè mi tratti male!!! >:-(

lellofieramosca ha detto...

Eddai non so riconoscerti così serio,
comunque amo leggere libri in generale,ogni libro insegna sempre qualcosa di utile,perciò non ho nessun preferito in modo particolare.

Matty ha detto...

Il libro l'ho letto e so che avrò critiche ma non l'ho amato particolarmente. E una lista si autori preferiti non posso farla mi affezziono al libro non all'autore (a parte Wilde)

Alfa ha detto...

Cime tempestose è fuori dal mio ambito di competenza, temo...

PS
ma perché fai soffrire la dolce Giò in questo modo?
Non farla arrabbiare!

frufrupina ha detto...

Ciao dolcissimo,bellissimo post,molto interessante e suggestivo...bene,io adoro molto la saggezza sia indiana che spirituale"non sono santona"tranquillo...tutto ciò che riguarda l'armonia con se stessi e con gli altri...l'amore interiore,quindi tra i tanti libri il mio cuoricino che ho sempre in borsa è Pensieri del Cuore"Autore Louse L.Hay"bravissimo...adoro i suoi scritti...Bravo Tarkan....non ti conoscevo sotto questo profilo,bravo!bacioni bscioni.

Tarkan ha detto...

@Alfa: tratto male Giò perché lei tratta male Pablo Hernandez!
@Giò: ma perché dici che ti tratto male???
@Fru: non mi aspettavo da te questa passione per la letteratura indiana, ma pensando bene alla tua indole dolce, come minimo in una tua vita precedente eri un santone indiano... Chissà!

Alfa ha detto...

Una infinita serie di ripicche e vendette, dunque...
ne potrebbe sortire un romanzo degno di Cime tempestose, ambientato in un'assolata isola mediterranea, in luogo delle brumose terre del nord...

Tarkan ha detto...

@Alfa: credo che esista già e non riscuota grande successo... si chiama "Agrodolce" e lo fanno su raitre

Giò ha detto...

@Alfa: bravo Alfa, tu si che mi capisci!!!

Alfa ha detto...

@ Tarkan: Eh, sì.

@ Giò: mah, chi lo sa poi come stanno veramente le cose... ma mi diverto a stuzzicare il caro Tarkan.

Lara ha detto...

Conosco Cime Tempestose, anche perché mia madre ne andava pazza, anche in versione cinematografica (vecchio film dalla pellicola rovinata con Laurence Olivier - grande attore anche del teatro shakespeariano.
Purtroppo non ho mia letto le poesie.
Ma lo farò senz'altro, dopo averne letta una qui.
Grazie Tarkan!!!

Lara ha detto...

Ho dimenticato di rispondere alla tua domanda: la risposta è difficile perché leggo molto e tanti libri mi sono piaciuti.
Ma uno dei preferiti è "Estate incantata" di Ray Brabdury.
Un giorno ne scriverò sul mio blog mi hai dato una idea ...

Ciao Tarkan :)

Tarkan ha detto...

@Matty: Cime Tempestose è così, lo si ama o lo si odia, non passa mai indifferente, in un modo o nell'altro lascia il segno...
@Lara: Il film con L.Olivier devo dire che è molto bello, il più vicino al romanzo. Tutti le versioni cinematografiche però non riescono a cogliere l'essenza del romanzo, la rudezza dei personaggi e sorprattutto il tema di fondo della storia, che non è l'amore di Hitchcliff e Catherine, ma la forza della vendetta e l'inutilità della stessa.
Di Bradbury tanti anni fa (avevo 16 anni) ho letto il popolo dell'autunno e francamente mi ha lasciato un po' così. Devo leggere Estate Incantata, se ha lasciato un segno così indelebile in te, vuol dire che deve necessariamente essere molto intenso :-)

Lara ha detto...

Non ti consiglio di comprare Estate incantata :))) perché in effetti non è molto intenso e a tutti gli amici a cui l'ho consigliato NON è piaciuto.
La trama è lenta ... Solo che per me è pieno di poesia.
Aspetta che scriva qualcosa su quello, prima di decidere, mi fai sentire in colpa, altrimenti :D

Ciao Tarkan!

Tarkan ha detto...

Ok, aspetterò il tuo post allora!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!