venerdì 6 febbraio 2009

Dolce Scintilla #3

Riassunto Riassunto degli episodi precedenti
La mirabile Scintilla, utilitaria dalle mille virtù, dopo una semplice infanzia trascorsa in campagna a sognare avventure on the road, viene letteralmente catapultata nella tumultuosa città. La ragazza spericolata dal capello rosso fuoco la guida verso un mondo di esperienze oltre il limite di velocità facendole assaporare sensazioni mai provate prima. Ma la tragedia sta per abbattersi.

Terzo Episodio – La scintilla si spegne?

"La città offriva ogni momento mille nuove attrattive e adesso i sogni della nostra piccola auto si erano davvero realizzati! " La nuova vita cittadina dunque prometteva bene: la ragazza spericolata la conduceva verso avventure ad alta velocità. Scintilla viveva ogni giorno avventure su avventure e aveva quasi dimenticato la sua vecchia vita e i suoi vecchi amici. Non che non sentisse la nostalgia dei due vecchini, ma era talmente presa dalle  infinite novità che a stento aveva il tempo di pensarci. La città offriva ogni momento mille nuove attrattive e adesso i sogni della nostra piccola auto si erano davvero realizzati!

"...per la ragazza spericolata le numerose multe erano solo una rottura di scatole e una perdita perenne di quattrini..." I testacoda e le corse in autostrada erano avventure all’ordine del giorno perché la ragazza spericolata era perennemente in ritardo e correva sempre come una matta per arrivare al lavoro in tempo o per sbrigare questa o quella faccenda. Scintilla era contenta quando poteva passare col rosso o quando riusciva a posteggiare in divieto di sosta o in terza o quarta fila, perché si considerava trasgressiva. Mentre per la ragazza spericolata le numerose multe erano solo una rottura di scatole e una perdita perenne di quattrini, per la nostra amica a quattro ruote esse rappresentavano tante piccole prove delle sua capacità da fuoriclasse e Scintilla le esponeva fiera sul parabrezza quasi si trattasse di importanti trofei.

Ma anche l’ultimo dei filosofi sa che a questo mondo le cose belle non durano a lungo: questo valeva ovviamente anche per la piccola automobile di questo prolisso racconto.

"La notte in questione (come nel più classico dei romanzi) era buia e tempestosa..." La vita in città trascorse in maniera spericolatamente lieta fino ad una tragica notte. La notte in questione (come nel più classico dei romanzi) era buia e tempestosa: il vento ululava a gran voce e la pioggia batteva talmente forte sul parabrezza della povera Scintilla che ella stessa aveva paura potesse causarle qualche ammaccatura nella bella carrozzeria cromata di cui andava tanto orgogliosa.

La nostra amica a quattro ruote cercando di resistere al temporale si raggomitolava in se stessa per farsi coraggio nonostante le gocce di pioggia le imperlassero i fanali e il parabrezza. Era in notti come queste che, deplorando la libertà ottenuta, Scintilla rimpiangeva il suo piccolo garage e quel plaid tanto soffice che i due vecchietti le rimboccavano ogni sera con tanta premura.

Ah, come era stato bello quel periodo della sua vita! quanto le mancavano adesso i due vecchini! Tutto era dolce e tranquillo, allora! Ogni momento era fatto di pace e serenità: dopotutto la libertà non è nulla senza un tetto sotto la testa!

La nostra Scintilla era presa da questi nostalgici pensieri del tempo che fu quando "...qualcuno stava cercando di forzarla!"a un tratto venne riportata alla realtà da un dolore lancinante che la raggiunse allo sportello sinistro.
All’inizio non capì di cosa potesse trattarsi, il dolore aveva preso il sopravvento sulla ragione.
Poi si fece coraggio, raccolse le idee e si rese conto di quello che stava accadendo: qualcuno stava cercando di forzarla!
"...quel tizio ignoto che puzzava orribilmente di alcol e sigarette..." Il dolore era davvero straziante e lei si sentì letteralmente violentata quando quel tizio ignoto che puzzava orribilmente di alcol e sigarette, sedendosi al posto di guida, collegò un paio di fili e la fece avviare suo malgrado.

Scintilla non poteva nulla contro il suo misterioso rapitore, che iniziò a condurla in giro per strade oscure e ignote contro la sua volontà. La nostra povera amica vagava ormai in stato confusionale e non sapeva neppure dove stava andando: con quella pioggia tutto era appannato e la vista le veniva meno.

Ad un certo punto l’emozione e la paura ebbero la meglio, la nostra Scintilla perse i sensi e…

Beh, meglio chiudere qui la scena, è talmente triste che non posso continuare.

Fine del terzo episodio

Cosa ne sarà della povera Scintilla?
Chi è l’uomo misterioso che l’ha rapita e cosa vuole da lei?
Riuscirà l’utilitaria dei nostri cuori a fuggire dal pericolo incombente?
Per saperlo non dovrete che attendere 
il prossimo episodio della nostra estenuante storia!

9 Favolosità:

Eleleleonora ha detto...

Caro Tarkan ti scrivo, 6 bellissimissimissimo... oi cmq mi kiamo Elena ho 14 anni... o un problems... sto con un raga,ma lui si arrabia sempre e mi tratta male e pretende di komandare...io non so come lasciarlo xkè alla fine forse xò non voglio davvero lasciarlo forse mi sa,non lo so,sono un pokettino confusa... mi helpi??? Ciauuuuuuu, 6 un bonazzo assurdo!!!

Paola ha detto...

Ciao carissimo,
porella scintilla spero che riesci a portarle i sali non oso pensare cosa le possa capitare....
rimango col fiato sospeso alla prossima....
Ti lascio una buona giornata bacioni...

Ps: che fai pubblic relation????
(mi riferisco al post sopra... hehehehe)

Paola ha detto...

Sorry..."post" = "commento"

Queen Ann ha detto...

Ciao favoloso 25, sn QUEEN Ann, ho scoperto per caso il tuo blog e sono entusiasta da morire; è molto bello e divertente e trovo eccezionale qsta fantastica storia di Scintilla!Non vedo l'ora di ascoltare la prossima, Adesso diventerò una vostra amica virtuale. Stupendo! Complimenti a presto :-D

Matty ha detto...

bel blog...mi piace come scrivi..credo che mi iscriverò fra i tuoi "seguaci" (che termine ho usato!!...sorry eh giornataccia)

Tarkan ha detto...

@Divina: anvedi de finilla!

@Paola: sono felice che ti piaccia il mio racconto, ancora un po' di pazienza e conoscerai il seguto!

@Queen Ann: benvenuta nel favoloso blog!

@Matty: Benvenuto anche a te e grazie per i complimenti, mi fanno davvero piacere!

Michele ha detto...

bel post e scrivi molto bene, complimenti
ciao
Michele pianetatempolibero

Tarkan ha detto...

@Michele: grazie per i complimenti... ma aspetta di leggere il srguito!

Lara ha detto...

Mi è venuto da piangere.
Tarkan sei davvero favoloso!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!