martedì 27 gennaio 2009

Un viaggio inutile

Dopo quasi due settimane di malattia, ero stufo marcio di starmene chiuso in casa seduto sul divano a guardare la vuota programmazione televisiva, così questa mattina avevo preso una decisione epocale: tornare al lavoro!
D'altro canto a parte un po' di tosse e di afonia, grazie al cortisone che ho in corpo mi sento un leone!

118965_meno_tosseCosì stamattina mi sono svegliato presto, mi sono preparato ben benino, ho affrontato il freddo e la pioggia e mi sono avventurato nel mondo là fuori, oltre la porta di casa mia (un mondo per me ormai quasi dimenticato).
Sono arrivato alla stazione e ho preso il solito pullman blu (alla guida c'era il solito autista problematico). Un'ora dopo ero già arrivato a Palermo e con passo svelto avevo raggiunto il luogo di lavoro tutto contento.
E a questo punto... mi hanno cacciato via!

selloIl mio capo, la dolcissima Daniela (ve ne ho già parlato in un post precedente sulle mie ferie natalizie) mi ha guardato di sottecchi e senza mezzi termini mi ha detto: "Ma che ci sei venuto a fare qua? Ma vattene subito a casa che infetti tutti! Chi se ne frega se 6 sempre in malattia? Io sono stata in malattia 2 mesi! Non pensare al lavoro, pensa alla salute e vattene immediatamente a casa". E mi ha cacciato via. Letteralmente.

Ho avuto appena il tempo di raccattare le mie cose, perché mi stava quasi spingendo via verso la porta.
Adesso sto tornando a casa in pullman sotto la pioggia.

P.S.Devo ammetterlo, oggi la dolcissima Daniela aveva bevuto un po' d'aceto!

11 Favolosità:

Desy ha detto...

Beato te Tarkan!! Nessuno dei miei datori di lavoro mi ha mai detto di stare a casa.. anzi mi facevano andare al lavoro anche con la febbre!!
Lascia perdere il lavoro e cerca di rimetterti alla grande!!

gturs ha detto...

"Ma vattene subito a casa che infetti tutti!"
Non ci posso credere, altro che aceto, dalle mie parti si dice:
"hai il piscio agro"...reso l'idea!!!
Tanti cari saluti Tarkan.

Bruno ha detto...

da me succede il contrario.....spesso e volentieri al sabato mattino sono in ufficio e se non vado....ohhhh madonna....vebbè.....
una via di mezzo?

lella ha detto...

ciao carissimo,bentornato!Spero ke il periodo peggiore sia passato e ke tu stia meglio.......x quanto riguarda il lavoro "non infettare"gli altri,ti prego ,altrimenti come faranno a far finta di lavorare?:-)
bacio
Lella

Tarkan ha detto...

@Desy: hai ragione, vedo le cose dal punto di vista sbagliato... però mi sentivo abbastanza in forma da poter lavorare, oggi. E invece mi sono sentito "cacciato via"!

@gturs: Beh parlava per me, non voleva che mi sforzassi troppo... certo però che l'ha detto in un modo un po' "duro"!

@Bruno: Vedi? A chi troppo e a chi nulla :-)

@Lella: Grazie, sto davvero meglio, adesso, il peggio è passato per fortuna :-) ma le mie disgrazie mica terminano qui, non temere!!!

Blogger ha detto...

Guarda che Desy ha ragione...
Buon riposo, ripigliati!
Blogger

The Soul Plugger ha detto...

Ciao Tarkan!! allora adesso sì che capisco da dove ti arriva tutta questa allegria e voglia di vivere!! Sei fortunatissimo, sappilo! Da me se stai a casa anche in stato di coma ti fanno sentire un nullafacente, assenteista e bugiardo. Sarà per questo che pur di non vivere angoscianti giornate a casa mentre cerchi di guarire dalla malattia, il mio corpo ha deciso di non ammalarsi quasi mai (il che è un bene devo dire) e intanto tocco ferro!!! Buona giornata carissimo! :)

Divina ha detto...

Ciao Tarkan,devo dire che ti invidio il fatto di avere un capo che ti dica di andare a casa perchè stai poco bene....anche secondo me è una rarità!Io spesso sono costretta ad andare a lavoro con la febbre alta...anche perchè quando mi azzardo a restare un paio di giorni a casa è un inferno:

1)telefonate a raffica del mio capo che mi chiede le cose più assurde!
2)telefonate a raffica dei clienti che non si fanno sentire da settimane..ma quando sto male hanno sempre urgenza di vedermi o di parlarmi!
3)sensi di colpa perchè il negozio rimane probabilmente chiuso...
4) mia mamma che mi fa ingurgitare quintali di cibo perchè possa rimettermi prima(più che rimettermi ...rimetto!)..
Tirando le somme...quindi...ribalto la mia posizione iniziale e dico...:
MEGLIO ANDARE A LAVORO!!!!

Giò ha detto...

Pensa al lato positivo della cosa, non dovrai alzarti presto e abbandonare il dolce tepore delle coperte per avventurarti nel gelo e nella pioggia di questi giorni (miiiih chi friddu), e avrai più tempo da dedicare al tuo favoloso blog e a noi rispettivi favolosi fan!!! :)
Inoltre così potrai arripigghiarti meglio e potremo finalmente uscire tutti insieme appassionatamente che sono secoli che non ci vediamo.. :(

The Sun ha detto...

ciao Tarkan, devo ammettere che mi divertono sempre i tuoi post...a presto.

The Sun.

P.s. guarisci presto

lellofieramosca ha detto...

Oltre al danno anche la beffa (un'altro modo di dire),pure sotto la pioggia!!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!