martedì 30 dicembre 2008

Resoconto Natalizio (seconda parte)

Eccomi tornato a voi con la seconda parte delle mie favolose avventure natalizie.
VENTICINQUE DICEMBRE
Mi sveglio tutto contento, oggi vado a magna’ dai miei genitori e felicissimo indosso il mio immancabile cappellino da Babbo Natale, apro la porta del loro appartamento e in punta di piedi entro, arrivo in cucina ed esplodo in un fragoroso: “BUON NATALE!”
Reazione dei miei: “Ciao, poco fa è morta la Zia Franca”. Ed ecco che mi cadono giù le palline di Natale.
Mi dispiace per questa zia, ma non soffro di crisi di disperazione perché in realtà non la vedevo da quando è morta mia nonna ed io ero piccolino all’epoca. Poi i rapporti si sono praticamente estinti. Non voglio quindi piangerci su e non voglio condoglianze, voglio invece ricordarla per le sue bizzarrie e stranezze.
La zia Franca non si era mai sposata, forse perché una donna che assomiglia a Riccardo Cocciante non coccianteinvoglia un uomo a contrarre matrimonio.
Era una gran spendacciona e non riusciva a tenere un centesimo in tasca. E faceva sempre affaroni incredibili. Come quella volta che ha comprato una fiat 500 a centomila lire, peccato che fosse talmente arrugginita che mancava di diversi elementi fondamentali, in particolare del fondo che presentava un simpatico buco gigante che permetteva di vedere la conformazione dell’asfalto.
Un altro affarone che ricordo bene erano i suoi favolosi piatti infrangibili, che si divertiva a gettare per terra più e più volte (tanto non si sfracellavano) conprd_41632_0144_1162830938215_N grande gioia degli inquilini del piano di sotto.
La zia Franca aveva la mania dei traslochi all’interno della stessa palazzina: dal terzo piano passava al primo, poi al secondo. Dal secondo al quarto e infine tornava al terzo. Ogni volta che un inquilino lasciava un appartamento, ecco che lei ne voleva sempre prendere il posto. Si sa, l’erba del vicino è sempre più verde.
Ricordo precisamente che la zia Franca teneva in cucina una bellissima ara (non sacrificale, intendo un pappagallo brasiliano).  Mi sono subito informato se fosse ancora in vita perché eventualmente l’avrei presa NICARAGUA - BIODIVERSIDADvolentieri con me. Però ho scoperto che purtroppo il pappagallo è morto diversi anni fa per colpa di un’alimentazione sregolata. Lei infatti gli dava da mangiare gli spaghetti, le cotolette alla milanese, il gelato e perfino il caffè e gli amari. La cosa che mi ha più stupito è che gli aveva insegnato perfino a fumare. Tutti le ripetevano che i pappagalli non mangiano queste cose, ma lei lo trattava come una persona. Credo sia morto di cirrosi epatica… I pappagalli possono vivere anche fino a cento anni, questo invece si è fermato a trenta, ma si sa: Bacco tabacco e Venere riducono il pappagallo in cenere.
Beh, è così che amo ricordare la Zia Franca, come la persona più stramba che abbia mai conosciuto, perfino più stramba di me!

7 Favolosità:

frufrupina ha detto...

Ciao dolcissimo Tarkan...che dire della tua zietta,era un pò strana...forse anche un pò simpatica...un pò mattacchiona come te...scherzo ovviamente...voglio augurarti con tutto il mio cuore un buon anno di felicità...bacioni.

Michele ha detto...

Buon Anno
Ciao
Michele pianetatempolibero

Sobral ha detto...

Esilarante!

Tarkan ha detto...

@Frufrupina: Beh tanto simpatica non era, litigava sempre con tutto e tutti, però era un gran personaggione! Povero pappagallo, però!
Michele: Buon anno anche a te :-)
@Sobral: Non per la zia Franca...

Bruno ha detto...

abbi pazienza ma mi sono immaginato la scena in cucina e sono scoppiato a ridere....... sorry

Alfa ha detto...

Mi spiace per lei, ma anch'io come Bruno ho riso.
Il pappagallo fumatore ed etilista sembra il personaggio di uno dei miei racconti...

Buon anno caro Tarkan e grazie per queste tue storie. Prendere la vita con un po' di umorismo è il miglior antidoto... contro la tristezza.

PS
Sono in fuga...

lellofieramosca ha detto...

La cosa più brutta è:prepararsi per un evento(magari per ridere) e trovarsene un 'altro.
Comunque ,condoglianze per tua zia.

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!