sabato 13 dicembre 2008

Le arancine

Oggi è Santa Lucia.
Qui da noi in Sicilia in questo giorno è tradizione popolare non mangiare cereali lavorati. Quindi pane, pasta, biscotti e brioches per un giorno sono banditi dalla nostra dieta mediterranea per far largo a cereali non lavorati come il riso e i chicchi di grano della cuccìa.

Si potrebbe pensare a un sacrificio terribile, ma non è così. Infatti noi siciliani siamo riusciti a convertire un’antica proibizione alimentare di arancineorigine religiosa in una scusa per ingozzarci a oltranza di arancine!
Mmm… le arancine!!!
Croccanti e dorate fuori, soffici e gustose dentro!

Ricordo ancora quando andavo alle elementari e la mamma, al posto della brioscina, nella cartella mi metteva un’arancina. Poi tornavo a casa per pranzo e si mangiavano arancine. A merenda un’arancina. A cena altre arancine. E anche il giorno dopo a pranzo si mangiavano arancine: non era più Santa Lucia, ma quelle rimaste mica si potevano buttare!
Poi andavi a fare l’esame del sangue e uscivano risultati sorprendenti, tipo che avevi olio fritto al posto del sangue e chicchi di riso al posto globuli bianchi.

Nei secoli, nessuno dei miei conterranei sembra aver fatto caso che nutrirsi di arancine è di fatto una violazione di quella proibizione alimentare: infatti le arancine, prima di essere fritte, sono passate nel pan grattato. Ogni volta che da piccolo lo facevo presente a qualche adulto, la risposta era sempre la stessa: “E vabbè…” (pronunciato ovviamente con tono di sufficienza e accento siculo). Poi magicamente cambiavano discorso.

Credo che tutti si rendessero conto benissimo del controsenso, ma la tradizione delle arancine a Santa Lucia è talmente radicata in noi che travalica anche le più semplici regole della ragione e della logica umana.

P.S.Che bello tra poco mangerò le arancine!!!

14 Favolosità:

catherine ha detto...

I recently came accross your blog and have been reading along. I thought I would leave my first comment. I dont know what to say except that I have enjoyed reading. Nice blog. I will keep visiting this blog very often.

Julissa

www.hairweavingbasics.com

oceanomare ha detto...

viva le arancineeeee :-) ne ho magnate già tre.. e stasera altreeeee.. come stai amiketto? ti sei ripreso?? buon pomeriggio..

Steven ha detto...

Buonissime secondo me!!!

lella ha detto...

ehi complimenti.vedo ke hai lettori di altre lingue!!!!!!!!e a proposito di lingua..nn puoi parlare di arancine ad una catanese!!!!!Mi vien l'acquolina in bocca!Non vedo l'ora di poter tornare dal mitico Savia in via Etnea x gustarne qualcuno al ragù!!
Bacio
Lella

Alfa ha detto...

Arancine?
O_O

Cavoli, io le ho mangiate a Torino e le chiamavano "arancini"...
:(

In ogni caso erano buonissime!!!
:)

Certo, il fritto non fa molto bene...
:|

E vabbé! (accento piemontese).

:)))

gturs ha detto...

Ma le hai cucinate tu?

Devono essere buonissime......

lellofieramosca ha detto...

Non conoscevo questa tradizione siciliana Tarkan.
Certo pero' che trovare olio fritto e riso nel sangue....
però ogni tanto uno strappo alla regola....
Le ho mangiate poche volte,ma da come ne parlate voi,mi fare venire l'acquolina in bocca.

Tarkan ha detto...

@catherine: hello and welcome to my blog! I'm very happy to be an international blogger! :-P
@oceanomare: ebbrrava la mia amichetta streghetta che si ingozza di arancine... tutte senza mozzarella, scommetto!
@Steven: buonissime è dire poco!
@Lella: ogni città o paese siciliano ha il suo "arancinaro" preferito: a trapani abbiamo Angelino, a Palermo c'è Spinnato. Se dovessi trasferirmi a Catania (e stava per succedere) grazie a te saprò dove rifornirmi :-)
@Alfa: lo so, al nord dicono "arancini" ma è arancine. E scommetto che non conosci le panelle, un'altra meraviglia sicula da friggitoria
@Gturs: se le avessi cucinate io ti assicuro che non sarebbero state buonissime. Meno male che c'è la mamma! Ne prepara teglie su teglie per rifornire tutto il parentado fino all'undicesimo grado. Quest'anno però le ho comprate...
@lellofieramosca: non olio NEL sangue ma AL POSTO del sangue! Se le hai mangiate ma non ti hanno fatto impazzire, allora è colpa dello chef! Le arancine quando sono buone sono irresistibili. E ormai le trovi in un'infinità di varianti: al ragù, prosciutto e mozzarella, ai funghi, con carciofi, al salmone, pesce spada e melenzane... Ovviamente le vere arancine primigenie sono solo al ragù.

Lara ha detto...

Squisite le arancine!!!
Anche qui da me li chiamiamo arancini.
Bella questa tradizione di Santa Lucia, non la conoscevo.

Ciao :)

Gollum ha detto...

Ti va uno scambio link? www.crazygollum.blogspot.com

Mr. Flamingo ha detto...

Appetitosissime! :Q____

sirio ha detto...

Avevo un collega siciliano che una volta invitò me e gli altri componenti dell'ufficio a mangiare gli arancini...che bontà,è un lavoraccio per chi li deve preparare ma il risultato è stupefacente!!
Rimettiti in sesto tarkan,e cerca di ottenere qualche giorno di ferie.

Un caro saluto.

Tarkan ha detto...

@Lara: eh sì al nord sono al maschile, in sicilia al femminile. Forse perchè qui da noi le preparano le mamme!
@Gollum: Perchè no? Trovo interessante anche l'altro blog, Pi Greco!
@Mr.Flamingo: hai ragione... come hai ragione...
@Sirio: sei stato fortunato, perchè quelle fatte in casa sono le più buone!
Per quanto riguarda le ferie, io continuo a provarci e non demordo, la prossima settimana sarà decisiva!

Alfa ha detto...

Non ho dubbi che il termine giusto sia quello siciliano, tenuto conto che le arancine da lì vengono...

Purtroppo però digerisco male i fritti, per cui li devo affrontare sempre con cautela...
:((

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!