giovedì 18 dicembre 2008

Il Tempo per amico

i_Cronometro_media Buona giornata a tutti i favolosi e le favolose che questa mattina si sono alzati con la luna storta come me: Mille cose da fare e troppo poco tempo per farle prima di andare al lavoro! Spero solo di avere il tempo di pranzare!!!
Il pensiero, poi, di finire di lavorare tardissimo mi mette una gran tristezza…

E’ in momenti come questo che rimpiango un po’ la concezione del tempo del Cappellaio Matto in Alice nel Paese delle Meraviglie!

«Se tu conoscessi il tempo come lo conosco io» disse il Cappellaio «Noncappellaio matto ne parleresti con tanta confidenza».
«Forse no» rispose prudente Alice «Ma so che devo batterlo quando ho lezione di musica».
«Ah questo spiega tutto» disse il Cappellaio «Non gli va di essere battuto. Se invece ti fossi mantenuta in buoni rapporti con lui, lui farebbe fare al tuo orologio tutto quello che vuoi tu. Per esempio, metti che siano le nove di mattina, l’ora di cominciare le lezioni: basta che gli sussurri una parolina, al Tempo, ed ecco che le ore volano via in un battibaleno! L’una e mezzo, ora di pranzo!»
wowpn3 «Certo, sarebbe magnifico!»
disse Alice soprappensiero; «però… mi sa che non avrei ancora fame.»
«Dapprincipio forse no»
disse il Cappellaio «ma puoi tenerlo fermo all’una e mezzo finché vuoi.»
«E tu fai così?»
chiese Alice.
Il Cappellaio scosse il capo dolorosamente. «No!» rispose. «Abbiamo litigato lo scorso marzo… fu al gran concerto della Regina di Cuori, dove io dovevo cantare. Be’ avevo appena finito la prima strofa che la Regina si mise a strillare: sta ammazzando il tempo! Tagliategli la testa! E da allora il Tempo non vuole più fare quello che gli chiedo! Ora sono sempre le sei, è sempre l’ora del tè».

Vi immaginate che meraviglia poter godere del tempo a nostro piacimento? Potremmo fare quello che ci pare quando ci pare.
Se potessi, fermerei l’orologio alle sette del mattino per poter rimanere a dormicchiare finché ne ho voglia, poi farei correre in fretta le lancette mentre sono al lavoro in modo da tornare a casa prestissimo!

E voi cosa fareste?
Il Tempo in fondo può essere nostro amico, basta solo non farlo arrabbiare, altrimenti sarà eternamente l’ora del tè! Meno male che io adoro il tè!!!

12 Favolosità:

@enio ha detto...

io ormai non faccio più caso al tempo che passa, da quando ho superato i 60,quest'anno, evito anche di festeggiare! Sono gli altri che me lo ricordano...grrrrrrrrrrr

ilaria ha detto...

Anche a me spesso il tempo mi e' nemico..mi ci vorrebbe una giornata di 48 ore x fare tutto!!!!!

stella ha detto...

Auguriiii!

Giò ha detto...

Io tornerei indietro nel tempo, 10, 100, 1000 volte...per rivivere quello che non posso più vivere... :(

Divina ha detto...

Ciao,sono tornata!ammesso che ti fossi accorto della mia assenza...ormai hai tanti di quei visitatori...!!!!!Cmq,tralasciando questa spinosa questione,per rispondere al tema che hai lanciato...secondo me il tempo è il nemico più crudele che una donna possa avere;mentre il tempo che passa inesorabile conferisce agli uomini il fascino della maturità(il famoso capello brizzolato o le rughette che fanno tanto "uomo vissuto")...per quanto riguarda le donne è semplicemente impietoso....ci fa diventare vecchie e basta!!!Se potessi fermerei il tempo proprio adesso,evitando così il declino psico-fisico!!!che tristezza che mi è venuta!!!grazie cmq per aver citato la mia favola preferita!!!

Dual ha detto...

Anche io ho smesso di contare il tempo..Auguriii!!!!
Un saluto Dual.

Gran Duchessa Arabelle Dubois (coniugata Sucameli) ha detto...

Messer Tarkan, non comprendo proprio dove vogliate arrivare! Io non avrei bisogno di questi mezzucci di spostare le lancette (tranne quando arriva l'ora legale). Il tempo è stato clemente con me e giudicherete anche voi dalla mia foto che sono rimasta giovane e bella nonostante i miei numerosi non-compleanni trascorsi a far festa con le mie amiche del tè delle cinque

Lara ha detto...

Bellissima questa citazione da Alice nel Paese delle Meraviglie.

Io mi ricordo di Bianconiglio che mi dava l'ansia perché aveva sempre fretta ed era sempre in ritardo ...

Ciao e BUONA GIORNATA!!!

Davide ha detto...

Ciao Tarkan, allora il libro di Silvano Agosti fa per te..."Lettere dalla Kirghisia"...li si lavora solo 3 ore al giorno poi tutto il tempo è dedicato alla nostra ed UNICA vita...
Ciaoooooo

Gina e Gino ha detto...

Ma che coincidenza emozionante: è anche il MIO non compleanno!!!! Alle volte il caso eh!
Complimenti per il blog, davvero bello!

Tarkan ha detto...

Uff! vediamo di rispondere a tutti in un colpo solo...

@@enio: Innanzitutto grazie della visita! Non pensare ai 60 anni suonati... la filosofia del mio blog è questa: in ognuno di noi si nasconde in realtà un favoloso eterno venticinquenne!

@Ilaria: per cortesia, non me ne parlare. Non abbiamo mai tempo per far nulla!!!

@Stella: grazie, ma scommetto che oggi è anche il tuo non-compleanno!
Come ho fatto a indovinare? Chissà...

@Giò: questa cosa mi intrippa: cos'è che rimpiangi e che vorresti rivivere? Sii più specifica, please, che io adesso muoio di curiosity!

@Divina: certo che ho notato la tua assenza! Ma se ti ho mandato sms tutti i giorni per sapere come stavi! Ad ogni modo, di che ti preoccupi, cara Divina? Le rughe sono ben lontane dal tuo dolcissimo viso, gli acciacchi rifuggono dal tuo voluttuoso corpo, argentei capelli mai troveranno posto sulla tua fluente chioma! E in ogni caso per quelli c'è sempre la tintura!!!

@Gran Duchessa Arabelle Dubois (coniugata Sucameli): Chiedo venia, Vossignoria, il post non era diretto a Voi. Tutti noi miseri plebei non possiamo che riverire la Vostra eterna bellezza senza tempo. Assabbinirica!

@Lara: i due volumi di Alice sono tra le mie letture preferite. Il Bianconiglio a me invece fa un po' pena, sempre a correre di qua e di là ed eternamente in ritardo.

@Davide: grazie per la segnalazione, non esiterò a procurarmene una copia, e poi l'idea di lavorare tre ore al giorno è incredibilemente gustosa. Ma gli stipendi poi sono come un full-time? Perchè se è così emigro immediatamente! Credo però che la Kirghisia sia un luogo immagginario e irrangiungibile come il regno di Papa Gianni o, peggio il Paese della Cuccagna. Peccato...

@

Tarkan ha detto...

@Gina e Gino: auguri (a entrambi?) e grazie per i complimenti sul mio blog, sono felice quando sono fatti col cuore :-)

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!