lunedì 3 novembre 2008

Non mi pare affatto giusto

Buongiorno amici favolosi e felice lunedì mattina… c’è chi lavora e chi no. Io no, per esempio, perché come saprete già sono in ferie ancora per un po’.

drink Una cosa che non mi è andata affatto giù ieri sera è l’apatia di alcune persone. Ieri sera sono uscito con gli amici per una veloce passeggiatina e un luuungo aperitivo

“Dove si va a prendere l’aperitivo?”

Senza pensarci un attimo siamo andati diritti spediti in un locale del centro (che non voglio nominare), ma con nostro sommo dispiacere lo troviamo chiuso… siamo rimasti un po’  lì davanti a tampasiare (chiacchierare e perdere tempo n.d.r.), finché vediamo che quasi magicamente le porte del localino si aprono. Noi allora, approfittando della cosa, occupiamo subito un tavolino, ma si avvicina la cameriera e freddamente ci comunica:

dal libro: Fotografia a Venezia nel dopoguerra   "LA GONDOLA"     pag. 85 Carlo Bevilacqua Cameriera, 1952 “Non potete sedervi, siamo ancora chiusi, apriamo alle 19.30”. Pronunciato peraltro con somma scortesia, anzi, con apatia proprio. Nemmeno un “Mi dispiace” oppure “Vi aspettiamo tra un po’, se volete prenotiamo un tavolino?”. Sarebbe stato gentile, ma non si può pretendere cortesia e gentilezza dalla gente di questi tempi.

Ok, comunque non c’è problema, andiamo in giro a cercare un altro locale e con nostro sommo dispiacere non troviamo un tavolino libero a pagarlo oro. Nel frattempo si fanno davvero le 19.30 e decidiamo di tornare nel simpatico localino dove la cameriera è già stata abbastanza scortese (che ci volete fare? Errare è umano, perseverare è diabolico). Chiediamo umilmente se adesso si può prendere questo agognato aperitivo e la risposta è: “No siamo ancora chiusi, il pavimento deve asciugare”. Sempre con un tono di grande noncuranza e freddezza estrema. Bastava dire “Non ancora, ma il pavimento è quasi asciutto, vi spiace attendere un paio di minuti?”.

Drink E invece le magiche parole che potevano essere pronunciate, mai uscirono dalla bocca della antipatica cameriera. Finalmente anche i miei amici decidono di abbandonare la cameriera al suo umido pavimento (nella speranza che ci scivoli sopra) e ci dirigiamo da un’altra parte dove finalmente riusciamo a consumare il tanto agognato aperitivuzzo beddro.

Dopo questa disavventura alcolica mi resta un dubbio (ma si può essere così poco cortesi con chi ti fa guadagnare il pane?) e una certezza (non metterò più piede in un postaccio simile!).

7 Favolosità:

divina ha detto...

Ciao Tarkan,anche io ieri ci sono rimasta male!Non penso che ci rimetterò piede tanto facilmente...anche le altre volte che ci siamo andati non ho mai avuto una buona impressione sul personale(che poi sono i proprietari stessi o le sorelle della proprietaria!)....gentilezza zero!Ovviato il problema ,da Meg ci siamo divertiti...non credi!?quando bissiamo?!bacini a tutti gli amici del blog

poppea ha detto...

Ciao,sono una nuova,volevo solo dirvi che a me nei locali mi fanno entrare sempre,anzi...mi tirano dentro a forza!mi dispiace per la vostra brutta esperienza,non pensateci più e sorridete alla vita come faccio sempre io...che ho almeno due grossi motivi per essere felice!

Giò ha detto...

E' assurdo come la gente riesca a perdere, in pratica volutamente, i propri potenziali clienti!!!
E poi dicono che c'è crisi, mah!!!
Peccato perchè in quel locale sarei voluta andare almeno una volta, ma dopo la nostra esperienza di ieri...MAI più!!! Peggio per loro, ecco...!

Giò ha detto...

@poppea: però non è giusto, a chi troppo e a chi niente...uffi!!!

benson blu ha detto...

fuoriiii. basta tanto tra un pò chiuderà tale postaccio e poi li voglio vedere spazzare il pavimento..di casa!

poppea ha detto...

@Giò: ciao,mi pare di conoscerti...ma tu non sei quella magrolina che lavorava con me come ballerina di seconda fila a "Colpo Grosso"?Tu avevi le tette troppo piccole,io troppo troppo grosse e quindi ci mettevano sempre dietro le altre più proporzionate!Sei tu vero?Mi ricordo come se fosse ieri quando ballavamo a ritmo di "cin cin cin cin..ricoprimi di baci..cin cin cin cin assaggia e poi mi dici..cin cin cin cin..."che bei tempi!fammi sapere come te la passi ora,cosa fai per campare...io sto aspettando una risposta per un certo filmetto impegnato che dovrebbero girare non appena termina il programma "La Talpa";infatti,mi hanno detto che il protagonista maschile è uno dei concorrenti...tale Trentalance...tu ne sai qualcosa?io non guardo tanta tv...tieni le dita incrociate per me...ho voglia di tornare alla ribalta con una cosa importante e che metta in luce le mie doti recitative!baci by Poppina tua!

Giò ha detto...

@poppea: cara poppea, hai sbagliato persona...io sono stata al Bagaglino e non a Colpo Grosso...ma taaaanto tempo fà...in pubertà, come direbbe qualcuno!
Cmq, in bocca al lupo per il tuo film, se il protagonista maschile è Franco Trentalance vuol dire che sarà un film veramente moooooooolto impegnativo!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!