martedì 4 novembre 2008

Nipotini a confronto

bimbi Notavo in questi giorni le enormi differenze tra i miei due nipotini, Alessia, nove anni, e Ivan, quattro.

Alessia fin da piccola ha manifestato manie omicide nei miei confronti. ricordo ancora quando mi disse: “Morirai, moriraaai!”! E quando ancora non parlava si divertiva già a picchiarmi con violenza quando nessuno guardava. Con gli anni è cresciuta e temo non sia cambiata affatto: bugiarda, capricciosa, volubile, non saluta quando arriva e quando va via. Monopolizza la TV per ore e ore costringendo la famiglia a rifugiarsi in camera per vedere qualche programma interessante. angel&devil Vuole, pretende ed ottiene ogni cosa. Misura l’affetto con i regali (di cui si disinteressa dopo pochi attimi). Ovviamente la colpa non è sua, ma di chi l’ha (o avrebbe dovuto) educarla.

Il piccolo Ivan invece, nonostante abbia ricevuto la stessa educazione (che volete farci? Mia sorella è recidiva), si comporta in maniera più affettuosa. Ok anche lui vuole, pretende e ottiene tutto, anche lui misura l’affetto con i regalini, ma non c’è solo questo. Infatti nonostante tutto ha sviluppato una natura più sensibile e dimostra un affetto e un attaccamento incondizionati alla sua famiglia, me compreso. E non tenta di uccidermi (non sempre, almeno). E nessuno può, nel suo cuoricino, sostituire il Nonno Peppe che rappresenta per lui l’infinita saggezza e il suo punto di riferimento.

Da questo post sembrerebbe che io preferisca Ivan ad Alessia e invece non è affatto così, perché li adoro allo stesso modo quando fanno i bravi  e li detesto in egual maniera quando iniziano a fare casino. E Alessia non è sempre una peste, quando vuole sa diventare un angioletto… Per esempio, sia Ieri che oggi era adorabile e giudiziosa. Ieri tornava dai Boy-Scout ed era  davvero buona ed educata, oggi invece l’ho aiutata a fare i compiti ed è stata bravissima. Poi però nel tardo pomeriggio ha messo il broncio perché bombavolevo vedere in TV un vecchio film (non animato) e lei ha fatto un vero e  proprio macello perché non aveva più il controllo della TV. Fino a un momento prima adorabile, un attimo dopo una belva feroce. Questa bambina è una bomba ad orologeria, ma le voglio un bene che non si può quantificare.

Però pensare ai miei due nipotini mi ha fatto capire una cosa: questi adorabili frugoletti, un po’ uguali, un po’ differenti tra loro, sono vittime di una educazione sbagliata, sia da parte di mamma e papà, sia da parte di zii e zie, 096babcc8eb449efbaf9ca0072987e7bche di nonni e nonne che hanno permesso un po’ tutto a questi piccoletti. A volte un NO (anche se è difficile da dire e da far capire) è necessario e insegna a crescere e ad accettare di non essere al centro del mondo.

In ogni modo ricordate che se un giorno prenderete la decisione di fare dei figli che poi si riveleranno ingestibili, esiste sempre S.O.S. Tata su La7.
E se S.O.S. Tata non dovesse bastare, eventualmente c’è sempre l’adorabile Tata Adolphina! Non è vero, Divina???

3 Favolosità:

divina ha detto...

Non puoi parlare della MIA Tata Adolphina cosi' velocemente...devi necessariamente soffermarti dedicandole un post tutto suo...ti prego!!!Cmq,mi piacerebbe un giorno conoscere i tuoi nipotini,sarei curiosa di vedere se ti assomigliano almeno un pizzichino!

Tata Adolphina ha detto...

Achung! Io è tua tata tetesca ti cermania che ti fuole tanto bene! Io vede che tu non ha dimenticate tua atorapile gofernante di quando tu era piccola. Io lo crede bene che tu non ha dimenticato me, ja? Altrimenti io viene là e da a te mille scudisciate su tuo tenero sederino come a vecchi tempi

Divina ha detto...

magari...quanto rimpiango tutte quelle scudisciate sul popò!io le voglio tanto bene,mia cara tatina!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!