giovedì 6 novembre 2008

E crescendo impari…

Crescendo impari che la felicità non è quella delle grandi cose. Non è quella che si insegue a vent'anni, quando come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi...
La felicità non è quella che affannosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente...
Non è quella delle emozioni forti che fanno il “botto” e che esplodono fuori con tuoni spettacolari...
La felicità non è quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.
Crescendo impari che la felicità è fatta di cose piccole ma preziose e impari che il profumo del caffè al mattino è un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro, dei colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.
E impari che la felicità è fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi, e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno, e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.
Impari che l'amore è fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore, e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.
E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.
Impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.
Impari che tenere in braccio un bimbo è una deliziosa felicità.
Impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami...
Impari che c'è felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'è qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.
E impari che nonostante le tue difese, nonostante il tuo volere o il tuo destino, in ogni gabbiano che vola c'è nel cuore un piccolo-grande Jonathan Livingston. E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.
(Anonimo)

7 Favolosità:

Chanel n°5 ha detto...

Tarkan... basta... e va bene uno e vanno bene due, ma al terzo no!
Noi ti paghiamo per ricevere qualcosa di diverso, originale financo pazzo rispetto allo spam delle catene di Sant'Antonio di cui sono già abbuffate le nostre caselle. Quindi o dichiari pubblicamente che sei tu l'autore di tutte ste mail, assumendotene le conseguenze legali, o continui a scrivere le cose semplici, genuine financo fragranti con cui hai sedotto tutti i tuoi innumerovoli piccoli fan.

Tarkan ha detto...

Ma voi non mi pagate!
Cmq se volete qualcosa di originale cominciate a sborsare qualche spicciolo in banconote da 100 euro!

Chanel n°5 ha detto...

.. ma in che mondo vivi, cosa sono queste banconote? De Mauro dice:

ban|co|nò|ta
s.f.
CO biglietto emesso da una banca centrale con valore di moneta legale

Non so cosa siano "banca centrale" o "moneta legale", dovrei fare ulteriori ricerche in separata sede.

Io non mi mi riferivo certo a dei "biglietti", ma al pagamento in attenzioni verso il tuo Blog che rischia di diventare Sant'Blog.

Giò ha detto...

Basta cu sta storia che tutti i fake di codesto esimio blog sono prodotti da me!!! Non hai prove!

Tarkan... basta... e va bene uno e vanno bene due, ma al terzo no!
Noi ti paghiamo per ricevere qualcosa di diverso, originale financo pazzo rispetto allo spam delle catene di Sant'Antonio di cui sono già abbuffate le nostre caselle. Quindi o dichiari pubblicamente che sei tu l'autore di tutte ste mail, assumendotene le conseguenze legali, o continui a scrivere le cose semplici, genuine financo fragranti con cui hai sedotto tutti i tuoi innumerovoli piccoli fan.

.. ma in che mondo vivi, cosa sono queste banconote? De Mauro dice:

ban|co|nò|ta
s.f.
CO biglietto emesso da una banca centrale con valore di moneta legale

Non so cosa siano "banca centrale" o "moneta legale", dovrei fare ulteriori ricerche in separata sede.

Io non mi mi riferivo certo a dei "biglietti", ma al pagamento in attenzioni verso il tuo Blog che rischia di diventare Sant'Blog.

Tarkan ha detto...

@Giò: hai ragione, non ho prove a sostegno della mia tesi. E poi è più che evidente che tu e Chanel siete 2 commentatrici distinte! Si capisce soprattutto oggi perché scrivete cose diversissime ed esprimete punti di vista totalmente difformi. Mi scuso per l'abbaglio preso e rispettosamente vi mando entrambe a quel paese

Gran Duchessa Arabelle Dubois (coniugata Sucameli) ha detto...

Ma voi non mi pagate!
Cmq se volete qualcosa di originale cominciate a sborsare qualche spicciolo in banconote da 100 euro!

Tarkan ha detto...

Basta troppi fake (o troll? Inizio ad avere qualche dubbio)!
Se continuate così mi toccherà mettere l'accesso ai commenti solo per gli utenti registrati!
Quindi datevi una calmata o mi arrabbio!!!

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!