sabato 29 agosto 2009

Carramba che noia! (13novembre2008)

tvIeri sera ero disperato:
la giornata al lavoro era stata massacrante e avevo solo voglia di abbuffarmi di cibo davanti alla TV rilassandomi un po’ con un bel programmino, possibilmente un film interessante.
E invece quale delusione!
Facendo zapping di qua e di là si trovava soltanto robaccia. Il meglio che offriva la prima serata sembrava essere “Carramba che Fortuna” con la sempiterna Raffaella Carrà.

La CarràCome fa ad essere sempre la stessa dopo 90 anni di attività professionale?
Secondo me la mettono in freezer dopo ogni trasmissione per ripescarla alla puntata successiva. Vedere la Carrà che, nonostante la sciatica, si mette a ballare scalmanandosi come una quindicenne con le convulsioni mi mette i brividi. Ogni volta che agitava i capelli, poi, avevo il terrore che le volasse la parrucca. Invece era fissata bene, forse con la cucitrice.

carrà Credo che Raffaella Carrà beva dai trenta ai quaranta litri d’acqua prima di ogni trasmissione, perché per un essere umano normale non è assolutamente possibile lacrimare ininterrottamente a questo modo  commuovendosi ad ogni caso pietoso.
E di casi pietosi ne ho visti una marea: generalmente bambini maltrattati che manco Candy-Candy ne ha dovute sopportare tante tra la zia Ellroy e Suor Gray.
Ma la storia che mi ha fatto davvero commuovere è stata l’incontro tra due fratellastri che manco si conoscevano. Praticamente non gliene poteva fregare di meno a tutti e due. Lei ha accettato perché le pagavano il viaggio in Italia, lui l’hanno trascinato sul palco col la forza.
Credo che alla fine i due sconosciuti si siano abbracciati solo per fare contenta la Carrà.
Poi arriva il momento più scioccante: il giochino telefonico con i Carramba Boys, un gruppo di ragazzi che ballano completamente scoordinati gli uni dagli altri e che canticchiano in play-back una vecchia canzoncina di Macao (a sua volta copiata da una vecchia canzoncina di 17bNon E’ La Rai).
Questo gioco è infinitamente complicato: bisogna infatti saper contare.
Mentre i Carramba-Boys se ne stanno lì sorridenti con le palle in mano, il telespettatore da casa, scelti dei numeri a casaccio vince fior di soldoni senza neanche accorgersene.

20.000 euro!
300.000 euro!
Quando sei sfigato vinci 40.000 euro e lei ti dice pure: “Mi dispiace”!
Peggio del gioco dei Pacchi del preserale!!!

Stendo un velo pietoso sul pluricentenario Boncompagni travestito da Carrà e vi lascio con un mio pensiero, credo ampiamente condiviso:
mercoledì prossimo meglio leggere un libro.

7 Favolosità:

Chanel n°5 ha detto...

Tarkan, questo post non è stato commentato da nessuno perchè ci hai intimiditi (mi piace quando parlo a nome di tutti)... posso dire? E' bellissimo, frizzante ironico si legge in tre secondi e vuoi rileggerlo... bravo, ormai ero rassegnata alle catene di Santo Tarkan e invece mi hai stupito. Certo se la Carrà lo legge non diventerai mai un Carramba boys, ma sono sicura che non ti vieterà di tenere le palle in mano.

Tarkan ha detto...

Eh eh eh così mi fai diventare tutto rosso :-) cmq grazie mi fa piacere che ti sia piaciuta la mia recensione. Adoro scrivere e quando sono ispirato da qualcosa che mi stuzzica divento inarrestabile!

Il Comitato ha detto...

Lodi lodi lodi alle palle dei Carramba Boys!

lellofieramosca ha detto...

E se la Carrà se la prende?...
Sei un pò ....criticone!
Forse lei si "spacca "la schiena per noi...e tu le fai questo?
P.S.Un saluto caro Tarkan.

Alfa ha detto...

La Carrà è un'istituzione, un monumento della TV, che dico? una cariatide...

Vele/Ivy ha detto...

Quoto, meglio leggere un libro... è quello che faccio quasi tutte le sere! Alla fine la TV spazzatura spinge ad acculturarsi!:P

giardigno65 ha detto...

Meglio l'enciclopedia ! Che palle sti programmi estivi che glorificano il passato ...

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!