lunedì 29 settembre 2008

Favoletta Moderrna


Spesso, troppo spesso, quando abbiamo per le mani un nuovo software o apparecchietto per il nostro amico computer, non ci degniamo mai di leggere il file readme.txt che ci avvisa di importanissime ma noiose precauzioni. Forse hanno contato su questo gli autori di questo file readme, che ne hanno realizzato uno davvero favoloso...




Il file originale è in inglese, e si riferisce al programma gnome-cups-manager, che è gestore Gnome del sistema CUPS (che a sua volte gestisce le stampanti).


Grazie al sito oneopensource.it però, possiamo conoscerne una versione tradotta in italiano. Si tratta di una favoletta che farebbe emozionare perfino Antoine De Sain-Exupery :-)




*********************************************************************


«C’era una volta una stampante che viveva nel bosco. Era una stampante sola soletta, perché nessuno sapeva come configurarla, ma lei continuava a sperare di trovare qualcuno con cui giocare.

“Un giorno, il vento passò vicino alla casetta della stampante. “Whooosh” disse il vento. La stampante era tutta emozionata. Forse il vento sarebbe diventato suo amico.
“Vuoi essere mio amico?” chiese la stampante.
“Whoosh,” disse il vento.
“Che cosa significa?” chiese la stampante.
“Whoosh,” disse il vento, e così dicendo se ne andò.
La stampante era confusa. Trascorse il resto del giorno a pensare e a incepparsi di carta (che è quello che le piccole stampanti fanno quando sono confuse).
Il giorno dopo arrivò una tempesta. La pioggia cadeva scrosciante incupendo il cielo e distruggendo il giardino della stampante. La piccola stampante si rattristò. “Perché sei così cattiva con me?” chiese.
“Pitter Patter, Pitter Patter,” disse la pioggia.
“Vuoi essere mio amico?” chiese la stampante timidamente.
“Pitter Patter, Pitter Patter,” disse la pioggia, e così dicendo se ne andò e il sole tornò a brillare.
La stampante era sempre più triste. Trascorse il resto del giorno senza uscire di casa, piangendo facendo lampeggiare le sue lucette in maniera criptica (che è quello che le piccole stampanti fanno quando sono tristi).
Finché un giorno, un giovane ragazzo si imbatté nella stampante che passeggiava nel bosco. La stampante lo fissò con curiosità. Non sapeva cosa pensare.
Il ragazzo la guardò e le chiese “Vuoi essere mia amica?”.
“Sì”, rispose la stampante.
“Qual è il tuo nome” le chiese il ragazzo.
“HP 4100TN”, rispose la stampante.
“Il mio nome è gnome-cups-manager”, disse il ragazzo.
La stampante era finalmente felice. Trascorse il resto della giornata giocando e stampando documenti, che è quello che le piccole stampanti fanno quando sono felici».




**************************************************************************************




Per dovere di cronaca, potete leggere l'articolo integrale da questo link: http://www.oneopensource.it/29/08/2008/gnome-cups-manager-quando-un-readme-diventa-divertente/#comment-2093




Fatemi sapere cosa ne pensate... per me è una storia tenerissima :-)

1 Favolosità:

Giò ha detto...

Vero, nemmeno io leggo mai i file "readme"...sospetto non li legga nessuno al mondo!
Dopo questa rivelazione mi toccherà andarmeli a leggere tutti, magari in qualcuno si trova il segreto per diventare miliardari come Bill Gates!!! *_*
La favoletta è molto carina.

Post Your Comment (looking for the old comment form?)

...e che sia favoloso!!!